UN MESE AL VOTO, A TERNI OTTO CANDIDATI SINDACO

Manca un mese al voto per le amministrative. Al via domani la presentazione ufficiale delle liste elettorali agli uffici del pentagono, c’è tempo fino alle 12 di sabato 12. Gli elenchi con gli aspiranti consiglieri comunali  che nel caso di Terni non possono avere meno di 21 nomi e non più di 32, devono essere corredati da un numero minimo di sottoscrizioni da parte degli elettori, nonché da tutta la documentazione personale di ciascun candidato, come previsto dal ministero dell’interno.

Inutile dire che la brezza politica nella Conca si fa più frizzante e tra chiacchiere, indiscrezioni e provocazioni, tipiche della fase particolarmente delicata, ecco che il quadro della proposta è ormai bello che definito. Davanti agli occhi degli elettori uno scenario che conta ben otto candidati sindaco, cinque dei quali figli di una clamorosa frammentazione della sinistra. In questa area, partendo dall’ala più estrema, troviamo l’infermiere 49enne Mariano De Persio del Partito Comunista che corre in solitaria; Potere al popolo che ingloba anche Rifondazione scommette invece su Emiliano Camuzzi, 44enne di Piediluco ex Isrim; quanto a Liberi e Uguali, il gruppo ha affidato l’onere di correre per la poltrona di primo cittadino all’avvocato 35enne Alessandro Gentiletti di Terni valley, le due forze hanno dato vita a ‘Senso civico’; il Pd, reduce dalla batosta del 4 marzo, punta invece su un candidato indipendente, ovvero non iscritto al partito, si tratta dell’ingegnere 72enne Paolo Angeletti, appoggiato oltre che dai dem, dalla lista civica Terni immagina costruita dall’ex presidente del consiglio comunale Giuseppe Mascio. Spostato verso sinistra anche il progetto denominato ‘Prima Terni’, che vede candidato sindaco il ricercatore plurilaureato Andrea Rosati. Fa storia a sé il Movimento cinque stelle che senza esitazione alcuna ha lanciato il disegnatore grafico 29enne Thomas De Luca alla corsa verso Palazzo Spada  e messo a punto una squadra che lo stesso candidato sindaco definisce ‘civica’.  Ecco poi nel centrodestra la corazzata di Leonardo Latini, il candidato sindaco leghista, avvocato 44enne è sostenuto, oltre che dal Carroccio, dalle liste di Forza Italia, Fratelli d’Italia, Popolo della famiglia e Terni civica, iniziativa del ben noto Michele Rossi. Ancora più a destra c’è l’assicuratore Piergiorgio Bonomi di Casapound. I vari gruppi stanno sistemando gli ultimi dettagli formali, gli aspiranti consiglieri sono all’incirca 400.

Condividi questo articolo tramite...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone