TERNANA, INIZIA DA NOVARA UN CICLO DECISIVO PER IL FUTURO ROSSOVERDE

n serie B si entra nella fase calda della stagione, quella in cui ci si gioca tutto o quasi e, per di più, in pochissimi giorni.

Dal 14 di aprile al 1 maggio, infatti, sono in programma ben 5 turni di campionato, 1 partita ogni tre giorni. Ci sembra davvero troppo perchè per alcune squadre la posta in palio è davvero elevata e gli impegni non si potranno affrontare nelle migliori condizioni fisiche, visto che ci sono di mezzo anche i viaggi.

E la Ternana non fa eccezione visto che nei 5 turni in programma dovrà affrontare ben tre trasferte, Novara e Parma, le più lunghe, e giocare per far punti per una classifica che richiede solo e soltanto punti.

La squadra rossoverde inizierà il suo superlavoro a Novara dove l’attende un compito arduo ovvero tentare di conseguire la prima vittoria del campionato in esterna. Poi, martedi 17, sarà di scena al Liberati contro il Foggia, una delle squadre più in forma del torneo, in una partita che anticiperà il derby del 22 aprile al Curi. Altra battaglia, sportivamente parlando, naturalmente, che oltre alle energie fisiche produrrà un dispendio di energie mentali non indifferente.

Dopo Perugia si tornerà a giocare al Liberati il 28 di aprile per affrontare il Pescara per, poi, recarsi ancora in trasferta in casa di una delle formazioni in lotta per la promozione diretta in A, ovvero il Parma.

Insomma, al termine dei 5 turni sopra citati e in soli 15 giorni la Ternana conoscerà, almeno in parte, il proprio destino.

E De Canio per gli impegni così ravvicinati sta preparando la squadra in maniera certosina, meticolosa cercando di non trascurare alcunchè perchè anche il più piccolo dettaglio può essere di aiuto in una fase così critica.

Non a caso nelle sedute giornaliere si affanna a fornire i propri suggerimenti, a volte urlati anche con foga quando le esercitazioni che propone non vengono effettuate con la giusta attenzione e partecipazione. Accade di rado ma quando accade il tecnico di Matera si fa sentire.

E veniamo alla seduta di ieri con Albadoro e Signorini assenti, ma il difensore oggi torna in gruppo, e con Valjent che ha abbandonato il terreno del Taddei anticipatamente per un lieve dolore muscolare.

La seduta di ieri pomeriggio si è chiusa con una partitella in cui De Canio ha proposto un 4-3-1-2 con Sala, Vitiello, Gasparetto, Rigione, Favalli; Signori, Paolucci, Defendi; Tremolada, Montalto Carretta.

Condividi questo articolo tramite...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone