INCENDIO INPS, TEMPI INCERTI PER LA RIAPERTURA

Sono passati quattro mesi dall’incendio che ha interessato parte dell’edificio che ospita l’istituto previdenziale di Terni, ma alcuni locali restano ancora inagibili.

Era fine settembre quando, le fiamme sono divampate nei locali dell’Inps in viale della stazione e, ad oggi, quei locali, sono ancora chiusi e i tempi per la loro riapertura sono incerti.

A sollevare il problema è il segretario della Fp Cgil di Terni Giorgio Lucci.

“A 4 mesi circa dal divampare dell’incendio i tempi per la riapertura sono del tutto imprevedibili, in quanto sarà necessario procedere ad una bonifica dei locali, degli arredi e delle attrezzature.

L’intervento dell’Arpa e della USL Umbria 2, prosegue Lucci, ha solo stabilito, che l’incendio non ha modificato la qualità dell’aria.

Una volta effettuata la bonifica, la sede, come richiesto dai vigili del fuoco, dovrà essere oggetto di tutti gli interventi necessari per il rilascio dei certificati di agibilità e prevenzione degli incendi.

Si dovrà poi adeguare l’ormai obsoleto impianto di riscaldamento”.

Per la Cgil, non sarà sufficiente l’impegno delle Direzioni Provinciali e Regionali, ma, sia per la complessità delle opere che per la quantità dei finanziamenti, servirà il supporto della Direzione Nazionale”.

Nel frattempo il personale lavora con evidenti difficoltà logistiche per l’utenza continuando comunque a garantire i servizi con la massima produttività ed efficienza.

 

Condividi questo articolo tramite...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone